Soft skill: la chiave per l’assunzione

Home / Blog / Work / Soft skill: la chiave per l’assunzione15 Aprile 2021Soft skill: la chiave per l’assunzione

Per i responsabili delle assunzioni, persiste un dilemma secolare. Due candidati apparentemente qualificati intervistati per la stessa posizione, ma solo uno può essere assunto. Questa può sembrare una situazione ideale per un responsabile delle assunzioni. Tuttavia, è ancora un dilemma e i dilemmi richiedono soluzioni.

Quando si sceglie tra due candidati apparentemente uguali, le organizzazioni danno, ad oggi, priorità alle “competenze trasversali” (o soft skill) come elemento chiave di differenziazione. Infatti, nel rapporto Global Talent Trends di LinkedIn, il 92% dei professionisti nell’acquisizione di talenti ha riferito che le competenze trasversali sono ugualmente o più importanti rispetto alle cosiddette hard skills. Inoltre, l’80% degli intervistati da LinkedIn afferma che le soft skill sono sempre più importanti per il successo aziendale, e addirittura l’89% ha evidenziato una mancanza di competenze trasversali o soft skill tra i peggiori dipendenti della propria organizzazione.

Cosa sono le soft skill

Le soft skill sono una combinazione di competenze trasversali, abilità e attitudine di una persona, utili alla sua valutazione in fase di assunzione. Queste competenze si contrappongono alle hard skill, ovvero le competenze tecniche e professionali verificabili. YATTA! da sempre si interessa della formazione tecnica, ed oltre ai corsi STEM rivolti ai più giovani, offre da anni la propria formazione per le digital skills.

Le competenze trasversali però non richiedono attestati o corsi a cui partecipare: sono capacità relazionali e comportamentali, che caratterizzano la nostra persona e indicano il modo in cui ci poniamo rispetto al contesto lavorativo nel quale operiamo o vorremmo operare. Le soft skill sono importantissime anche per potersi rapportare in modo ottimale con tutte le persone che fanno parte del proprio ecosistema lavorativo: colleghi, responsabili ed eventualmente clienti.

Le competenze trasversali dipendono, essenzialmente, dal background socioculturale di ognuno di noi e sono la risultanza di una serie di comportamenti ed esperienze di vita lavorativa e non.

Quali sono le soft skill

Le soft skills sono capacità motivazionali e di gruppo, ma in senso lato anche tutti quei tratti caratteriali che caratterizzano la persona. Possiamo suddividere le competenze trasversali approssimativamente in tre categorie: competenze personali, sociali e metodologiche.

In sostanza, in queste aree si indaga rispettivamente come ci si comporti dal punto di vista dell’autonomia; e in qualità di essere sociale? Come vengono affrontate le sfide del quotidiano?

Le principali soft skill sono elencate nella tabella di seguito secondo i diversi ambiti:

Soft skill: la chiave per l’assunzione

Le categorie di soft skill. Fonte: “1&1 IONOS SE”

Nessuna lista di soft skill può essere considerata davvero completa; basti pensare a quanto può essere variegato il carattere delle persone e a quanto sia spesso difficile concettualizzarne alcuni aspetti.

Inoltre, molti dei tratti elencati qui di seguito, che può apparire si sovrappongano tra loro, coesistono in modo costruttivo: ad esempio, le soft skills “resilienza” (c. personale) e “resistenza allo stress” (c. metodologica) spesso si sovrappongono, così come le “capacità di analisi” e l’”autoriflessione”. Pertanto è importante non soltanto possedere un certo numero di competenze trasversali, ma anche saperle combinare insieme.

Le tre categorie

Le competenze personali includono tutte quelle abilità che contraddistinguono l’individuo: alcune di esse s’intrecciano con quelle delle altre categorie, ad esempio per una persona sicura di sé e autoriflessiva può essere più facile convincere nell’interazione con gli altri. Le persone motivate e dedite, invece, sono spesso più disposte ad acquisire o ampliare le competenze metodologiche.

Le competenze sociali, che indicano spesso la capacità sul posto di lavoro di coinvolgere colleghi e superiori, non possono sostituire le qualifiche professionali, ma possono valorizzarle e, in caso di dubbio, fare la differenza; a seconda del profilo professionale, possono essere un prerequisito indispensabile.

In ultimo, le competenze metodologiche si avvicinano maggiormente alle “hard skill”: possono essere inquadrate come il prerequisito base per l’acquisizione di hard skill verificabili. Le tecniche di presentazione, ad esempio, sono una base essenziale per indicare “Office Powerpoint” tra le hard skill del proprio CV.

Seppur si sovrappongano per larga parte alle competenze personali, le competenze metodologiche appartengono ad un’altra categoria perché supportano e definiscono competenze professionali immediate.

L’importanza della T-shaped knowledge

Negli ultimi anni, nell’ambito di recruiting aziendale, si ricercano sempre di più personalità che abbiano “una formazione a T”, o T-shaped.

Jason Yip, Senior Agile Coach per Spotify, in un articolo a riguardo sul blog Medium ha spiegato come “a T-shaped person is capable in many things and expert in, at least, one”. Perciò è sempre ricercabile essere quel candidato “capace in molte cose ed esperto in almeno una”.

Essere esperto in qualcosa permette di svolgere il lavoro nel migliore dei modi, ma se in grado di sfruttare anche altre competenze si potranno soddisfare al meglio le richieste per i lavori che vengono commissionati, andare oltre il semplice completamento di un incarico e aggiungere importanti dettagli che possono migliorare il risultato finale.

È stata scelta la “T” per definire in maniera visuale il tipo di conoscenze che queste persone hanno: la linea verticale della lettera “T” rappresenta la competenza approfondita su uno specifico argomento, la linea orizzontale raffigura le competenze trasversali e tutti quegli argomenti in cui si hanno competenze, ma di cui non si è esperti.

Si contrappone alla lettera “I” (I-shaped skills), la quale linea verticale rappresenta la specializzazione su un solo determinato argomento che hanno le persone con questa forma.

La formazione di team di lavoro che abbiano al loro interno personalità T-shaped è altamente ricercata dalle aziende: ciò permette di avere un risultato maggiore organizzando meglio gli sforzi produttivi o avere il medesimo risultato ma con meno risorse e sforzi.

Una promessa da verificare

Gli elenchi di soft skill inseriti in un curriculum vitae da qualsiasi candidato non sono mai una certezza, quanto più una promessa. La non verificabilità di tali competenze, a differenza delle hard skill, le pone come skill in potenza, rese in atto (effettive) solo in seguito. Per queste ragioni le agenzie di HR e recruiting mettono in atto processi sempre più innovativi che comprendono anche sessioni di business game di gruppo.

In ogni caso, l’inarrestabile trasformazione del mondo del lavoro in corso in questi ultimi anni continuerà ancora nel futuro e ciò rende difficile individuare quali competenze specifiche (o hard skill) saranno effettivamente importanti o essenziali, poiché è strettamente connesso ai profili professionali emergenti, sui quali vi sono molti punti interrogativi.

In questo scenario si assiste oggi a quella può esser definita la rivincita delle competenze trasversali e delle soft skill: è chiaro il fatto che sono proprio le competenze trasversali l’unico punto fermo nel mondo del lavoro attuale, fondamentali sempre in qualunque contesto e qualunque sia l’evoluzione che il lavoro vivrà.

 

Per approfondire

 

cover image credit: “Katagami”, Diamond Pattern, Cooper Hewitt, Smithsonian Design Museum, (Accession: 1948-128-38)

Federico Lebole



Copyright © Yatta! 2021. All rights reserved.
Privacy e Cookie policy

SEGUICI SU

YATTA!
viale Pasubio, 14
20154 - Milano
02 87075740

condividi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi